Festa del papà: origini, significato e quando si festeggia

Il 19 marzo è la festa del papà la festa del papà: una ricorrenza molto amata da tutti padri di famiglia festeggiati in questa giornata dedicata a loro.

padre e figlio

Origini e significato di questa festività

La festa del papà è nata negli Stati Uniti d’America, a Spokane, nello Stato di Washington, nel 1910 per opera della signora Sonora Smart Dodd. Lei voleva infatti omaggiare il padre, Henry Jackson, un veterano della Guerra di Secessione che aveva cresciuto da solo sei figli dopo la morte della moglie.

La signora Dodd scelse come data della festa il 19 giugno, che era il compleanno del padre. Tuttavia, la sua proposta non fu accolta immediatamente e la festa del papà iniziò a diffondersi solo negli anni successivi.

Nel 1924, il presidente degli Stati Uniti Calvin Coolidge incoraggiò le celebrazioni della festa del papà e nel 1966 il presidente Lyndon B. Johnson la proclamò festa nazionale.

Quando è la festa del papà?

La Festa del Papà è nata negli Stati Uniti d’America, ma si è diffusa in tutto il mondo. La data scelta varia da paese a paese per celebrare questa festa varia da paese a paese.

In Italia la è stata introdotta nel 1977, in occasione della festa di San Giuseppe il 19 marzo.

Perchè il 19 marzo è la festa del papà?

La data scelta è il 19 marzo, giorno in cui la Chiesa cattolica celebra la festa di San Giuseppe, il padre putativo di Gesù. La data scelta coincide con il giorno in cui Giuseppe morì, appunto il 19 marzo, quando ancora Gesù aveva solamente 12 anni.

Non in tutte le parti del mondo si festeggia la festa del papà nella stessa data. Per esempio in paesi come Francia Brasile e Regno unito la celebrazione cade la terza domenica di giugno.

Festa del papà

Simboli di questa ricorrenza

Ci sono diversi simboli associati alla Festa del Papà. In alcuni paesi, come gli Stati Uniti, il simbolo della festa è la cravatta. In altri paesi, come la Finlandia, il simbolo della festa è il regalo di un libro. In Italia questa festività ha come simbolo la mimosa.

La mimosa per gli auguri della festa del papà

La tradizione di regalare la mimosa per la Festa del Papà è nata in Italia negli anni ’50. A quel tempo, la mimosa era una pianta poco costosa e facilmente reperibile, quindi poteva essere regalata facilmente a tutti i papà.

Oggi la mimosa è ancora il simbolo più diffuso di questa festa in Italia. È una tradizione che viene tramandata di generazione in generazione, molto apprezzata da grandi e piccini.

La pianta della mimosa è stata scelta come simbolo della festa per diversi motivi.

  • Innanzitutto è una pianta che fiorisce in primavera, periodo in cui si festeggia la festa del papà.
  • In secondo luogo la mimosa è una pianta dai fiori gialli, che sono associati alla gioia e alla felicità.
  • In terzo luogo la mimosa è una pianta che cresce spontaneamente, che simboleggia la naturalezza e la semplicità dei rapporti familiari.

Nel corso degli anni la mimosa è diventato un simbolo meno usuale per questa festività. Oggi questa pianta viene maggiormente associata alla festa della donna.

Come augurare buona festa del papà oggi

Oggigiorno questa ricorrenza ha assunto fortemente un carattere più familiare. Viene vissuta come un momento di rilassamento in famiglia. Le stesse scuole dedicano molto tempo a realizzare oggetti e lavoretti creati dai bambini per i propri padri.

Per questi stessi motivi si è spesso anche alla ricerca di un regalo per la festa del papà originale, che dimostri affetto magari anche divertendo. Meglio ancora se personalizzato per donare qualcosa di unico, pensato e realizzato esclusivamente per stupire il proprio papà in questo giorno di festa a lui dedicato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *